Notizie
        

Pubblicato su il 13 novembre 2017 |
                 di Andrea Guerriero

Nelle ultime settimane di settembre 2017, la compagnia aerea ha rilasciato notizie così preoccupanti che i passeggeri e gli esperti di aviazione sono stati lasciati inorriditi. L'evento ora etichettato Ryanair Fiasco ha visto la società annunciare che aveva sostanzialmente commesso alcuni errori significativi nella gestione del personale.

So What Happened?

I senior manager hanno preso la decisione di cambiare come si sono occupati delle ferie annuali . Originariamente le ferie annuali venivano prenotate e gestite per un anno finanziario, cosa a cui verranno impiegati migliaia di dipendenti in altri settori, in cui i diritti vanno da aprile a fine marzo. Tuttavia, Ryanair ora desidera che i suoi dipendenti prenotino le ferie e calcolino i diritti su base annua, da gennaio a dicembre, che si è rivelata una mossa terribilmente sbagliata.

Storicamente è stato possibile lasciare il permesso per un massimo di quattro settimane base, il che significa che il personale era inattivo dal lavoro per un mese. Il movimento delle date ha fatto sì che tutte le ferie rimanenti ora debbano essere utilizzate entro dicembre e non a marzo, e il blocco che prenota le richieste di quattro settimane sono allagate. Ciò ha lasciato letteralmente la compagnia aerea in grado di funzionare con il personale rimasto al lavoro. Non ci sono abbastanza corpi per coprire i voli.

Mentre la compagnia aerea ha promesso che il 98% dei combattimenti non è influenzato, il numero di viaggi cancellati tra novembre e marzo è fissato ai 18.000 che suona sicuramente come un grosso problema per una quantità significativa di persone.

Che cosa possono fare i passeggeri interessati?

La linea di fondo è che Ryanair sarà responsabile per il risarcimento e si stima che il numero di passeggeri coinvolti sia superiore a 700.000. Mentre è giusto dire che alcuni voli non possono essere considerati vitali dai passeggeri interessati, altri devono affrontare un periodo di stress significativo in attesa di trovare soluzioni di viaggio alternative. Per alcuni, è imperativo che raggiungano la loro destinazione alla data e all'ora inizialmente prenotate.

I passeggeri non devono semplicemente accettare questa interruzione. Ryanair ha già dichiarato che offriranno soluzioni individuali di risarcimento, ma non è ancora chiaro che stiano rispettando pienamente il regolamento sulla compensazione dei voli (261/2004). Pertanto, la migliore linea d'azione per le persone colpite sarebbe di cercare una richiesta formale di risarcimento per il volo e di farlo utilizzando una società specializzata in compensi aerei. È imperativo che le informazioni corrette siano presenti e delineate affinché l'applicazione abbia successo, e un team esperto che lavora per i passeggeri offrirà le migliori possibilità di risolverlo in modo equo e rapido.

I regolamenti stabiliscono chiaramente che coloro che sono coinvolti nell'errore dalla direzione di Ryanair hanno diritto ad essere offerti trasporto alternativo alle stesse condizioni o un rimborso. Tuttavia, per molti passeggeri la mancanza di voli originali può causare notevoli disagi, pertanto chiunque sia coinvolto è invitato a chiedere consiglio se ritiene che sia stato causato da eccessivo stress e turbamento. La linea di fondo è che i tempi sono fondamentali, quindi i passeggeri devono agire ora e ottenere richieste presentate al più presto.

Tag: voli


Informazioni sull'autore

Andrea Guerriero [19659016] Ciao, sono Andrea, blogger di viaggi, programmatore web, apprendista seo e fotografo dilettante con sede a Milano. Amo leggere, amo la musica. Amo viaggiare ma solo se partirò per una missione! Ho viaggiato in gran parte d'Europa e mi piace scriverne. Amo la fotografia, soprattutto come modo di documentare esperienze, luoghi, eventi. La mia fotocamera Nikon D300 è sempre con me e mi aiuta a condividere la mia vita con il resto del mondo. Mettersi in contatto con nuove persone, diversi stili di vita e tradizioni straniere, e scrivere su di esso, è tutto ciò che posso chiedere.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *